Cristiana Meggiolaro – Roncà (VR)

di Marco De Tomasi

L’azienda di Cristiana Meggiolaro è una delle ultime nate nel panorama della doc Gambellara.

Nasce dal desiderio personale di trovare una nuova dimensione  e dalla consapevolezza di abitare un territorio dalle potenzialità ancora ampiamente inespresse.

Potenzialità che possono emergere solo se si persegue con intransigenza la strada della qualità: cura del vigneto con basse rese e attenzione alla materia prima.

Non volendo improvvisare, Cristiana si è affidata ad un consulente di nota fama: Federico Curtaz, che la consiglia nelle scelte agronomiche e la segue fino alla fase di vinificazione.

La conduzione dell’azienda è di tipo convenzionale: non vi è quindi preclusione ai prodotti di sintesi, che comunque vengono utilizzati con coscienza. Le concimazioni avvengono con materia organica, l’uso di diserbanti è limitato al massimo e le irrigazioni non vengono praticate, complice anche l’età delle vigne (età media 30/40 anni), ben impiantate sui suoli di Gambellara.

L’azienda è dal primo anno sul mercato (con l’annata 2008), con due etichette di Gambellara Classico, Garganega al 100%, vinificate esclusivamente in acciao. Prossimo all’imbottigliamento anche il Recioto di Gambellara, non ancora disponibile alla vendita.

Un nuovo piccolo impianto in territorio di Soave dovrebbe dare l’opportunità in un prossimo futuro di affiancare anche una etichetta dell’omonima denominazione.

Cristiana non nasconde le difficoltà che la denominazione Gambellara trova nell’emergere e farsi conoscere nelle sue espressioni più compiute, soffocato dai grandi numeri di denominazioni con maggiore notorietà  e visibilità e da una fama in passato non proprio lusinghiera.

Gambellara Classico 2008: al naso emergono sentori di frutta gialla e fiori di campo, su un solido substrato minerale. In bocca è fresco e sapido con frutto ben integrato ad una mineralità che accompagna piacevolmente il sorso in tutta la sua evoluzione.

Gambellara Classico Ceneri delle Taibane 2008: da una selezione delle uve con la migliore esposizione nasce questo vino, il cui nome vuole sottolineare i suoli vulcanici su cui crescono le vigne dell’azienda. Le caratteristiche del precedente sono amplificate, con un frutto più maturo che si impone sulla mineralità. Impressioni confermate al sorso dove al momento il vino denota una tendenza a scomporsi nella componente alcolica.

Entrambi i vini sono caratterizzati da un elevato valore tecnico, pregevolmente privo di facili ammiccamenti. La qualità è sicuramente al di sopra della media riscontrabile nella denominazione.

In particolare, il Gambellara “base” è forse il migliore che mi sia capitato di assaggiare fino a qui (rimanendo nella categoria “base”, ovviamente).

Cristiana dovrà però perdonare la sincerità dovuta ai miei lettori: non sono riuscito ad entrare in completa sintonia con i suoi vini, per cui mi riservo di riprovarli in altre occasioni.

Sarà stata la temperatura di servizio troppo bassa (va detto che ho praticamente tirato Cristiana giù dal letto la mattina) …

Sarà, ahimé, che sono alfine da ascrivere a quegli amatori, un po’ tromboni, che devono giocoforza lamentarsi anche quando tutto gira come deve andare …

Ma ho trovato i vini di Cristiana un po’ algidi, poco comunicativi. O semplicemente, troppo tecnici (?).

Le potenzialità ci sono, il desiderio di ottenere qualcosa di speciale anche.

E i risultati, alla prima uscita, devono essere condiderati più che lusinghieri.

Tutto risiede nella capacità di Cristiana di interpretare vini e territorio, di fare terroir, per dirla alla francese, donando al prodotto finale quello spunto emozionale che ora non sono riuscito a cogliere.

Da seguire in futuro. Con molto interesse.

Cristiana Meggiolaro
Via Roncolati, 43/B – Località Brenton
37030 – Roncà (VR)
Tel. 045 6545067
www.cristianameggiolaro.it
Email: info@cristianameggiolaro.it
Ettari vitati: 4
Bottiglie annue prodotte: 10.000

0 thoughts on “Cristiana Meggiolaro – Roncà (VR)

  1. Pingback: Gambellara: un primo bilancio «

  2. Pingback: Gambellara Classico Ceneri delle Taibane 2008 – Cristiana Meggiolaro «

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *