Rosso di Montalcino 1998 – Siro Pacenti

di Marco De Tomasi

Un Rosso di Montalcino in ottima forma, quello aperto oggi in occasione del consueto pranzo domenicale con i familiari.

Annata 1998, prodotto da una delle aziende che nel panorama ilcinese è considerata “moderniste” per l’uso esclusivo di legno piccolo in fase di affinamento: Siro Pacenti.

20 ettari a Sangiovese, di cui 18,5 iscritti all’Albo del Brunello e i rimanenti tra doc Rosso di Moltalcino e Sant’Antimo.

Azienda che dedica al Rosso le stesse cure del Brunello, a rimarcare il fatto che il Rosso non è una seconda scelta ma un vino con piena e indipendente dignità rispetto al “fratello” maggiore.

Rosso di Montalcino 1998: naso intenso su note balsamiche e minerali, dominato da sambuco, menta e grafite. Sulla lunghezza emerge poi il frutto, denso, con ciliege nere in evidenza. Chiude poi su lievi note affumicate e di tostatura. In bocca è teso, con frutto pieno e ancora succoso che si asciuga ad opera di tannini vivi che lasciano infine spazio ad una sapidità molto lunga.