NON sono un ENOLOGO !

di Marco De Tomasi

Apprendo con stupore che la rivista “Il Basso Vicentino” mi cita (non richiesta) in un articolo con questa formula:  … Marco De Tommasi, enologo del blog “vitis” …

Passi per quella m in più nel cognome: ormai ci ho fatto il callo, tra uffici pubblici e non.

Ma ci tengo a precisare che il mio iter scolastico mi accomuna ad una moltitudine silenziosa di italiani che va dall’immaginario ragioniere inventato da un noto comico, a uno dei massimi poeti del ‘900 (premio Nobel per la letteratura nel 1975), fatalità entrambi liguri.

A voi la scelta su quale delle due figure debba pendere la bilancia nel mio caso.

NON sono pertanto un enologo, né ho la minima preparazione tecnica per potermi definire un professionista del vino.

Di più: non ho la minima pretesa di millantare cotanto credito.

Lasciate però che esprima tutto la mia indignazione per l’approssimazione dimostrata dalla giornalista che firma l’articolo, che prima di citare tizio e caio, avrebbe dovuto – almeno credo che professionalmente sia richiesta di farlo – raccogliere più precise informazioni sugli interessati.

Tanto più che, citando questo stesso blog, aveva la piena possibilità di reperire informazioni di prima mano dal sottoscritto, semplicemente cliccando la scheda Chi siamo che trovate nella barra in alto e dove, a chiare lettere e nel modo più breve possibile, precisiamo di non essere in alcun modo dei professionisti.

Le opinioni da me espresse su questo blog valgono tanto quelle di chi le legge.

Io sono solo uno che beve.

… ma che si incazza, se il giornalista di turno scrive boiate sul suo conto.

6 thoughts on “NON sono un ENOLOGO !

  1. e direi anche… per fortuna che non sei un ENOLOGO.

    Anch’io non sono enologo. Proprio oggi ne parlavo con Elia Cucovaz, a pranzo a casa mia.

    Anche ad Elia dicevo che ormai preferisco la professionalità dei blog alla non professionalità della carta stampata (fatte sempre alcune eccezioni in entrambi i settori).

    A presto.

    P.s. grazie per la riflessione sulle filtrazioni

  2. ” Io sono solo uno che beve ” … meno male ! Che pizza leggersi i panegirici di chi poi alla fine non beve una pippa di niente ! Ma spesso mi chiedo : ” gli enologi bevono ” ??? E la stessa domanda vale per tanti produttori che bevono solo il loro vino. Sarebbe bello farci una bella dissertazione a proposito !

    • Buongiorno Graziana, scuse accettate. Mi sono irritato perché non voglio che i miei lettori pensino che io millanti: un enologo è uno che ha fatto degli studi ben precisi ed approfonditi. E come se sull’articolo fosse scritto che io sono un medico o un ingegnere. Cosa non vera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *