Monte dei Ragni – Fumane (VR)

di Marco De Tomasi

Zeno Zignoli è un vignaiolo che tutti gli appassionati dovrebbero incontrare.

Soprattutto i pasionari dei cosiddetti “vini naturali”, anche quelli più radicali ed estremi, che in nome di una supposta salubrità del prodotto riescono ad esaltare prodotti che tutto sono men che piacevoli.

Zeno vi dirà in modo fermo ma con il tono serafico che lo contraddistingue che “il vino naturale non esiste”.

MontedeiRagni_Zeno

Ma badate bene a non alzare barricate e bandiere a seguito di cotanta affermazione.

Primo perché Zeno sa di cosa parla, avendo una specifica formazione tecnica sull’argomento.

Secondo perché lavora le proprie vigne in biodinamica, anzi, probabilmente mentre leggete sta già pensando e mettendo in atto pratiche che sono già più avanti del vignaiolo più turbonaturista che conosciate.

Monte dei Ragni è un’azienda condotta in regime di semiautarchia: qui si fa vino per gli altri ma anche ortaggi, grano e farina per la famiglia. E poi ci sono gli animali: conigli, capre, pecore, pollame e anche i cavalli. Che servono per lavorare i campi e la vigna. Anche il foraggio è autoprodotto.

Quando siedi al tavolo con Zeno, mentre versa il vino ed inizia a parlare, senza accorgertene inizi un viaggio che percorre tutto lo scibile: dalla storia alle scienze, dalla sociopolitica alla filosofia.

Zeno incanta per la sua sterminata cultura.

A volte fa riflettere raccontando parabole divertenti.

Poi è naturale seguirlo nei suoi ragionamenti, intervenire ed arricchire il dialogo.

Zeno non parla mai del suo vino, a meno che non gli si rivolgano delle domande in tal senso.

Perché qui a Monte dei Ragni il vino è un tramite.

Apre la mente, modera il dialogo, esalta i sentimenti.

Per cui stavolta non vi tedierò con le solite note di degustazione.

Vi basti sapere che il suo Valpolicella Superiore Ripasso 2009 potrebbe ben figurare alla cieca tra tanti blasonati Amarone e che il suo Amarone 2007, dalla straordinaria complessità, può tenere testa in scioltezza ai campioni della denominazione, senza eccezione alcuna, mantenendo una strabiliante bevibilità (ho fatto il bis, e senza usare il secchiello).

MontedeiRagni_Amarone1

I prezzi sono adeguati a cotanta sostanza: 25 Euro per il Valpolicella 2009 e 53 per l’Amarone 2007.

Se il dialogo del vino vi appassiona, dovete salire a Monte dei Ragni.

E’ l’unico modo per conoscere Zeno ed i suoi vini.

Monte dei Ragni di Zeno Zignoli
Località Marega, 3
37022 – Fumane (VR)
tel.: 045 6801600
email: info@montedeiragni.com
www.montedeiragni.com
Ettari vitati: 2
Bottiglie annue prodotte: 4/6.000

0 thoughts on “Monte dei Ragni – Fumane (VR)

  1. Ho bevuto il ripasso di Zeno regalatomi da un amico. Veramente notevole.

    Mi sono ripromesso di acquistare l’amarone.

    Domanda: perché un’azienda di così elevata qualità non è recensita in guida gambero?

    Io la risposta a questa domanda già ce l’ho, e va ad alimentare la non credibilità che sta aumentando nei confronti delle guide di settore.

    • Nel caso di Zeno credo che il suo rapporto con le guide sia diverso. Primo non manda campioni, non partecipa a degustazioni o manifestazioni e se vuoi assaggiare i suoi vini devi andare a trovarlo. Secondo, le quantità prodotte sono così esigue che probabilmente le guide non hanno interesse a recensire un vino virtualmente introvabile.

  2. Marco, una provocazione: si puo’ andare a visitare un’azienda, far perdere tempo al produttore, bere i suoi vini e andarsene senza acquistare nulla perchè 30 euro per un valpolicella obiettivamente (appassionati quanto vuoi) se lo possono permettere davvero in pochi?

    • Credo che questo capiti spesso. Non tutti organizzano le visite e sanno fin da prima chi avranno di fronte. I produttori sono preparati a questa evenienza, soprattutto quelli che hanno un listino sopra una certa soglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *