Ai lettori di Vitis – Libere cronache di degustazione

di Marco De Tomasi

I più attenti fra i miei lettori avranno notato che da oltre un anno a questa parte gli articoli che scrivo su Vitis portano solo la mia firma.

Visto l’evolversi della situazione, ritengo necessario a questo punto dare qualche spiegazione.

Vitis è una mia idea: fin da subito ho interessato Pietro perché siamo legati, oltre che dalla passione per il vino, da un forte legame di amicizia che dura dall’infanzia.

Quando abbiamo iniziato questa avventura, Pietro lavorava per un ente di certificazione agroalimentare in cui il vino aveva un peso del tutto marginale e trascurabile ai fini di quanto volevamo comunicare.

Negli anni, la professione lo ha portato ad occuparsi sempre più di questo settore, che oggi segue in modo pressoché esclusivo.

Per proteggere questo blog da eventuali critiche ed accuse di conflitto di interesse, da diverso tempo Pietro ha deciso di non scrivere più nulla per Vitis.

Non solo: non ha mai voluto mettere naso negli articoli scritti autonomamente da me.

E così continuerà ad essere in futuro.

Rimarranno gli articoli scritti a due mani prima che la sua carriera professionale prendesse l’attuale indirizzo.

A lui va il mio ringraziamento per l’apporto dato alla nascita e alla crescita di Vitis e i miei migliori auguri per la sua carriera professionale.

(Va da sé che al di fuori di queste pagine continueremo tranquillamente a frequentarci e a bere assieme !)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *