Rosso di Montalcino 2011 – L’Aietta

di Marco De Tomasi

L’Aietta è la più piccola azienda di Montalcino, contando su un solo ettaro, tutto a Sangiovese.

Francesco Mulinari è l’artefice di questa piccola realtà: nel 2001, allora diciottenne, decide di imbottigliare la produzione casalinga dai 1.000 metri quadrati di vigneto (appena 720 bottiglie). Con il tempo, al vigneto originario, si aggiunge un altro appezzamento di mezzo ettaro, diverso per zona (Castelnuovo dell’Abate), tipo di impianto ed esposizione. Nel 2004 si estirpano le vigne originarie e si ristrutturano i terrazzamenti, con un nuovo impianto ad alberello, soluzione inusuale da queste parti, ma necessaria in quanto le vigne hanno una esposizione non ottimale e d’estate rischiano di soffrire eccessivamente il caldo.

Oggi la produzione non arriva a 4.000 bottiglie, suddivise fra Rosso, Brunello e un Rosato da Sangiovese. Mi dicono sia in sperimentazione anche un metodo classico, sempre da uve Sangiovese (!).

Ho provato il Rosso, giusto per farmi una prima idea di questa piccola realtà ilcinese.

Rosso di Montalcino 2011: Sangiovese 100%. Colore rosso rubino, scarico, riflessi granato. Appena aperto soffre di un po’ di riduzione. Si apre dopo una mezz’oretta con belle sensazioni di ciliegie e more, succose, con sottolineature di spezie dolci (cannella) e floreali e una vaga nota balsamica. Bocca sapida e asciutta, un po’ rustica e meno leggibile rispetto alla fase olfattiva, ripropone il frutto con ulteriori innesti speziati di buona lunghezza. Il calore alcolico aiuta a stemperare le durezze di un carattere non certo docile.

RossoLAietta2011

Nel complesso piacevole: un vino che incuriosisce per la sua intransigenza, priva di omologazioni, e che ti fa venire in mente una stretta di mano vigorosa ma sincera, non studiata.

Vedrò di verificare incontrando Francesco alla prima occasione.

In enoteca a 12,50 Euro

L’Aietta
Via Mazzini, 42
53024 – Montalcino (SI
Tel. e fax: 0577 849362
Cell. 346 1453226
Email: fmulinari@aietta.eu
www.aietta.eu
Ettari vitati: 1
Bottiglie annue prodotte: 3.500 circa

Rosso di Montalcino 1998 – Siro Pacenti

di Marco De Tomasi

Un Rosso di Montalcino in ottima forma, quello aperto oggi in occasione del consueto pranzo domenicale con i familiari.

Annata 1998, prodotto da una delle aziende che nel panorama ilcinese è considerata “moderniste” per l’uso esclusivo di legno piccolo in fase di affinamento: Siro Pacenti.

20 ettari a Sangiovese, di cui 18,5 iscritti all’Albo del Brunello e i rimanenti tra doc Rosso di Moltalcino e Sant’Antimo.

Azienda che dedica al Rosso le stesse cure del Brunello, a rimarcare il fatto che il Rosso non è una seconda scelta ma un vino con piena e indipendente dignità rispetto al “fratello” maggiore.

Rosso di Montalcino 1998: naso intenso su note balsamiche e minerali, dominato da sambuco, menta e grafite. Sulla lunghezza emerge poi il frutto, denso, con ciliege nere in evidenza. Chiude poi su lievi note affumicate e di tostatura. In bocca è teso, con frutto pieno e ancora succoso che si asciuga ad opera di tannini vivi che lasciano infine spazio ad una sapidità molto lunga.